07.08.2015

Risposta all’articolo del 07 agosto pubblicato su Il Gazzettino di Treviso

L’articolo apparso su Il Gazzettino di Treviso, relativo alla fornitura di gas di un cliente di un venditore del libero mercato di Mignagola di Carbonera, riporta alcune imprecisioni che vengono di seguito rettificate.

Ascopiave è gestore della rete di distribuzione e in quanto tale non ha contatti diretti con il cliente finale. È il venditore del servizio infatti a dover avvertire il cliente della sospensione dell’erogazione. A seguito della liberalizzazione del mercato del gas del 2003, sono state di fatto nettamente separate le competenze del gestore di rete e del venditore del servizio.

Le interruzioni per morosità e le successive riaperture vengono effettuate dal gestore della rete di distribuzione esclusivamente su puntuale mandato della società di vendita del cliente finale. Di norma l’ordine di chiusura alla società di distribuzione, perviene solo dopo che le società di vendita hanno seguito un preciso iter di sollecito nei confronti del cliente finale.

Ascopiave può quindi procedere alla riapertura del contatore del cliente solo dopo aver ricevuto formale richiesta da parte del venditore, che dovrà poi fissare un appuntamento con il cliente. La riapertura viene effettuata, così come previsto dalla normativa vigente, entro due giorni feriali dalla data di fissazione dell’appuntamento.

Risposta all’articolo del Gazzettino di Treviso del 7 agosto

Torna alle altre news
Via Verizzo, 1030 - 31053 Pieve di Soligo (TV)
tel +39 0438 980098
fax +39 0438 82096

C.F. - P.I. - R.I. 03916270261